Software

Tagli allo storage OneDrive: 5 servizi alternativi di storage in-the-cloud

I servizi di cloud storage sono di gran moda al giorno d’oggi. E perché non dovrebbero esserlo? Vi forniscono l’accesso istantaneo a tutti i vostri file e dati importanti in qualsiasi momento e ovunque, a patto che abbiate una connettività di rete affidabile. Ci sono numerosi di loro là fuori, con più salti nella mischia ogni giorno. E tra questi, il OneDrive supportato da Microsoft è uno dei più popolari.

OneDrive è un ottimo servizio di cloud storage, soprattutto per chi investe nell’ecosistema Microsoft. Comprende funzioni come la stretta integrazione con la suite Office (Online) e l’ultima versione di Windows 10, l’aggiunta di allegati alla posta elettronica con un solo clic, la condivisione e l’amplificazione, funzioni di collaborazione e molto altro ancora. Tuttavia, molto recentemente, Microsoft ha apportato alcune drastiche modifiche alla politica di archiviazione di OneDrive (per saperne di più leggi qui), tra cui la riduzione dello spazio di archiviazione gratuito da 15 GB a soli 5 GB, anche per gli utenti esistenti. Oltre a ciò, i cambiamenti, che saranno effettivi a partire dall’inizio del 2016, vedranno i piani di storage OneDrive a pagamento a partire da 1,99 dollari al mese per 50 GB. Chiaramente, questo non è stato un successo per molti utenti OneDrive, che ora stanno ovviamente cercando delle alternative.

Se sei tra i tanti, non ti preoccupare, as ci sono un bel po’ di incredibili alternative OneDrive disponibili là fuori, in cui puoi spostare i tuoi dati. E anche questo abbastanza facilmente, grazie a servizi come Mover, che rendono il trasferimento dei dati da un servizio di cloud storage a un altro semplice come collegare i due e lasciargli fare il suo lavoro.

Con questo fuori dai piedi, allacciamoci le cinture e diamo un’occhiata ad alcune delle migliori alternative OneDrive.

Dropbox

Senza dubbio il servizio di cloud storage più popolare là fuori, Dropbox è ridicolmente semplice da usare, ma incredibilmente caricato. Anche se lo spazio di archiviazione offerto (inizialmente) al livello gratuito è di soli 2 GB, ma si può facilmente gonfiare fino a un massimo di 16 GB tramite rinvii, e completando alcuni semplici compiti. Inoltre, Dropbox compensa con i vantaggi che offre, come la condivisione di file assolutamente semplice, la cronologia delle revisioni per 30 giorni (illimitata per gli utenti professionisti), praticamente nessun limite di dimensione dei file, innumerevoli componenti aggiuntivi che aumentano la produttività e molto altro ancora. Infine, la disponibilità di client di sincronizzazione per quasi tutte le piattaforme assicura l’accesso ai file 24×7. Se siete alla ricerca di un grande servizio di cloud storage, è difficile sbagliare con Dropbox.

Processi: Affidabilità, Velocità di caricamento e sincronizzazione costanti, Nessuna restrizione sulle dimensioni dei file (300 MB per gli upload attraverso il sito web), Disponibilità di client di sincronizzazione su quasi tutte le piattaforme desktop/mobili, Centinaia di componenti aggiuntivi, Facile condivisione.

VEDI ANCHE  7 modi migliori per condividere file tra iPhone, iPad e Mac

Contro:Basso livello iniziale di storage gratuito (2 GB), Front end web non lucido, interfaccia web mobile quasi inutile.

Disponibilità: Finestre, Mac; iOS, Android, Windows Phone, Blackberry, Kindle.

Prezzi: I piani a pagamento partono da $9,99 al mese per 1 TB di memoria.

Google Drive

Per molti versi, Google Drive può essere considerato il più diretto concorrente di OneDrive. E se si investe nell’ecosistema di Google, non c’è assolutamente da stupirsi. Il servizio di cloud storage del gigante della ricerca vi garantisce un bel 15 GB al livello gratuito (30 GB, se usate Google Apps for Work), ha una grande velocità di sincronizzazione/caricamento e vanta una stretta integrazione con una varietà di altri servizi Google, come Gmail, Docs e Photos. La dimensione massima dei file da caricare è di 5 TB, ed è possibile visualizzare direttamente in anteprima una varietà di formati di file di diverso tipo (ad esempio audio, documenti). Google Drive consente di condividere file e cartelle con diritti di visualizzazione e di modifica e include il supporto per numerosi componenti aggiuntivi. Inoltre, sono disponibili client di sincronizzazione nativi per quasi tutte le piattaforme. Tutto sommato, Google Drive è una scelta perfetta per tutte le vostre esigenze di cloud storage.

Pro: Salvataggio di livello gratuito e dimensionabile (15 GB), integrazione profonda con i servizi di Google, i documenti di Google non contano per lo stoccaggio, 30 giorni di cronologia dei file, supporto di anteprima per molti tipi di file, add-on ufficiali e di terze parti.

Cons: Accesso cromatico generalmente richiesto per la maggior parte dei componenti aggiuntivi, Nessun sistema di riferimento, Non disponibilità del client di sincronizzazione per Windows Phone.

Disponibilità: Finestre, Mac; iOS, Android.

Prezzi: I piani a pagamento partono da $1,99 al mese per 100 GB di memoria.

Box

Ciò che probabilmente distingue Box dal resto dei servizi di cloud storage è la sua enfasi sulla sicurezza e la collaborazione. Anche se è principalmente orientato alle imprese, Box racchiude in sé abbastanza bontà da poter essere utilizzato da chiunque. Il livello di storage gratuito offre 10 GB di spazio di archiviazione, il che è abbastanza buono se me lo chiedete. Condividere i file con altri utenti è facile come condividere l’URL unico, che a sua volta può essere personalizzato. È anche possibile consentire/prevenire il download di file condivisi per una maggiore sicurezza. Box rende un gioco da ragazzi creare e lavorare sui documenti in modo collaborativo, collegandosi sia a Office Online che alle suite di produttività di Google Docs. E se questo non bastasse, potete anche utilizzare le incredibili Box Notes. Other le caratteristiche includono il versionamento dei file a più livelli, la sincronizzazione dei client cross-platform e stretti controlli amministrativi. Tuttavia, il più grande svantaggio di Box è che il livello gratuito limita la dimensione massima dei file a soli 250 MB. Se si può convivere con questo, Box è dannatamente grande.

VEDI ANCHE  Giovinezza: Il Free Streaming Media Server

Professionisti: Funzionalità di sicurezza e collaborazione di livello aziendale, 10 GB di spazio di archiviazione gratuito, integrazione con le suite di produttività Office Online e Google Docs, condivisione sicura, client di sincronizzazione multipiattaforma, supporto Add-on.

Contro:Dimensione di caricamento file limitata a un misero 250 MB per il livello gratuito, Interfaccia utente web leggermente confusa, Molte opzioni avanzate riservate ai conti di livello a pagamento.

Disponibilità: Finestre, Mac; iOS, Android, Windows Phone, Blackberry.

Prezzi: I piani a pagamento partono da $11,50 al mese per 100 GB di memoria.

Copia

Provenendo dalla casa della sicurezza & esperti di storage Barracuda reti, Copia ha molto da fare. Un account gratuito con la funzione di servizio di cloud storage caricato ti mette in rete 15 GB di spazio di archiviazione gratuito, che può essere massimizzato a 20 GB tramite referral. Non ci sono restrizioni sulla dimensione di caricamento dei file, e le velocità di sincronizzazione / upload sono abbastanza costanti. Ci sono anche i vantaggi standard come la cronologia delle revisioni dei file e la possibilità di recuperare i file cancellati, con entrambe le possibilità di essere disponibile per 30 giorni. Per quanto riguarda la condivisione, Copy non solo consente di condividere file/cartelle tramite URL univoci, ma anche direttamente sui principali social network come Facebook e Twitter. Tuttavia, il punto culminante di Copy è la funzione Transfer a service che consente di copiare i file (gratuitamente fino a 2 GB) da servizi di cloud storage esistenti (ad esempio Box, Google Drive) a Copy, il tutto in pochi click. E con la presenza di client/apps di sincronizzazione su quasi tutte le piattaforme, Copy è un ottimo argomento per essere una casa perfetta per tutti i vostri documenti importanti.

Pro: 15 GB di cloud storage gratuito, aggiornabile a 20 GB tramite referral, condivisione sociale, trasferimento diretto di file da tutti i principali servizi di cloud storage, robusto supporto per l’anteprima dei file.

Cons:  Nessuna compatibilità con i componenti aggiuntivi, l’interfaccia utente web a più colonne non è esattamente la migliore con cui lavorare.

Disponibilità: Windows, Mac, Linux; iOS, Android, Windows Phone.

Prezzi: I piani a pagamento partono da $4,99 al mese per 250 GB di memoria.

Hubic

Ci sono molte cose che fanno Hubic  una scelta incredibile per chi cerca un servizio di cloud storage affidabile. Tanto per cominciare, il servizio con sede in Francia offre un’enorme quantità di 25 GB di storage gratuito, che può essere raddoppiato a 50 GB (Non si scherza!) tramite referenze approvate. È possibile caricare tutti i tipi di file, e i client di sincronizzazione nativi e le applicazioni mobili rendono l’utilizzo di Hubic ovunque e in qualsiasi momento un gioco da ragazzi. Anche la condivisione dei file è semplice, e può essere effettuata sia via e-mail, sia direttamente sui principali social network. Non c’è un limite massimo di dimensione dei file; tuttavia, i file caricati tramite l’interfaccia utente web non possono superare 1 GB di dimensione. E la funzione Backup Backup consente di eseguire il backup di enormi volumi di dati tramite l’applicazione di sincronizzazione in pochi istanti. Per quanto riguarda gli svantaggi, Hubic non offre alcuna versione dei file, e anche il supporto per l’anteprima dei file è abbastanza limitato.

VEDI ANCHE  Wondeshare File Repair Toolkit per la riparazione dei file: Riparazione di file di Word, Excel, PowerPoint e Zip corrotti

Pro: Enorme spazio di archiviazione gratuito (25 GB), che può essere raddoppiato tramite referral, client e applicazioni native multipiattaforma, funzionalità di condivisione sociale diretta, funzionalità di backup facile.

Cons: Nessuna versione dei file, supporto limitato per l’anteprima dei file, i file non possono essere condivisi in modo permanente e devono avere limiti di scadenza.

Disponibilità: Windows, Mac, Linux; iOS, Android, Windows Phone.

Prezzi: Piani a pagamento a partire da €1 al mese per 100 GB di memoria.

Amazon Cloud Drive (Bonus)

Non tutti cercano di spostare tutti i loro dati/documenti nel cloud. A volte, le persone richiedono l’archiviazione nel cloud per esigenze specifiche. L’esempio in questo caso sono i fotografi, che spesso hanno bisogno di molto spazio per archiviare tutte quelle foto digitali ad alta risoluzione con cui devono lavorare. Se lo siete anche voi, potreste voler dare un’occhiata a Amazon Cloud Drive. Anche se non ha un account di livello gratuito, ma sgranocchiando solo $11,99 all’anno per il piano a pagamento iniziale vi dà uno spazio illimitato per tutte le vostre foto, così come 5 GB per altri documenti. Inoltre, il servizio, proveniente dal più grande rivenditore online del mondo, ha clienti nativi disponibili anche per tutte le principali piattaforme desktop/mobili.

Professionisti: Salvataggio illimitato per le foto, e anche per i documenti (nel caso in cui si ottiene optare per il piano superiore), Affidabilità, Incluso con l’iscrizione ad Amazon Prime.

Cons: Nessun conto di livello gratuito, Iscriviti per 3 mesi di prova richiede informazioni sulla carta di credito, Rinnovo automatico abilitato per impostazione predefinita.

Disponibilità: Finestre, Mac; iOS, Android, Kindle.

Prezzi: Piani a pagamento a partire da 11,99 dollari all’anno per lo stoccaggio illimitato di foto e 5 GB per altri documenti.

Tabella di confronto delle alternative OneDrive

Caratteristica

VEDERE ANCHE: Google Drive vs. Dropbox: Quale dovresti scegliere?

Conclusione

OneDrive è stato a lungo uno dei migliori servizi di cloud storage in circolazione, e in effetti lo è ancora. Tuttavia, se le recenti modifiche alle sue politiche di storage vi hanno preoccupato per i vostri dati, le alternative OneDrive di cui si è parlato sopra andranno benissimo per soddisfare le vostre esigenze, sia che vogliate solo un servizio di cloud storage che sia ottimo nel complesso, sia che vi concentri (più) su singole aree. Ad esempio, se si investe nei servizi di Google, Google Drive è l’opzione migliore. D’altra parte, se volete funzioni di sicurezza di livello enterprise, scegliete Box. In ogni caso, provatele tutte, e fatemi sapere quale(i) trovate la migliore. Conoscete qualche altro servizio cloud che pensate possa essere stato incluso nella lista? Grida nei commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *