Windows

Preparare il PC per l’aggiornamento di Windows 10

Microsoft è sulla buona strada per lanciare la prossima iterazione del suo sistema operativo, Windows 10. Windows 10 è l’ultima speranza di Mircosoft per tornare in gioco e conquistare il comando, mentre il gigante di Redmond fa un’analisi critica del mercato e prevede di lanciare Windows 10 il più agevolmente possibile. Prepariamo il nostro PC per Windows 10, ma prima di questo parliamo un po’ del nuovo Windows e del perché deve interessarvi.

Ebbene, il fallimento di Windows 8 era inevitabile, le caratteristiche chiave che hanno fatto sì che gli utenti si attaccassero a Windows sono state strappate, ad esempio il menu Start e le applicazioni Windowed Apps. Se da un lato questo era a favore di spingere l’industria in avanti, dall’altro ha fatto regredire Microsoft solo in termini di tasso di adozione. Il passaggio a Windows 8 per un utente medio con conoscenze di base sui computer è stato doloroso. Se da un lato ha portato una serie di miglioramenti alla piattaforma nel suo complesso, dall’altro è stato troppo travolgente per gli utenti.

Windows 10 lo cambia. Riporta le caratteristiche più amate di Windows 7, come il menu di avvio e aggiunge tutta una serie di nuove funzionalità sia all’interno che all’esterno della piattaforma. Per citare alcuni esempi, Cortana l’assistente personale di Microsoft, Microsoft Edge, che sostituirà l’odiato Internet Explorer, il compagno di telefono che farà passare da un dispositivo all’altro mentre lavora a qualcosa di molto più cool, Multiple Desktop che era presente su tutti i principali sistemi operativi fino a Windows 10 e Direct X 12, che sostiene di aumentare le prestazioni della GPU fino al 90%.

Bene, ora che abbiamo trattato alcune delle caratteristiche popolari che potrebbero farvi venire voglia di provare Windows 10, prepariamo il nostro PC.

Prima domanda: Il mio PC è compatibile con Windows 10?

Questa dovrebbe essere la prima cosa da fare prima di fare effettivamente la mossa. Se il vostro PC è stato spedito con Windows 7 o Windows 8, dovrebbe funzionare bene. Windows 10 ha gli stessi requisiti minimi di Windows 7. Ma solo per far uscire i numeri, ecco il requisito di sistema.

  • Processore: CPU a 1GHz o più veloce
  • RAM: 1GB (32-bit) o 2GB (64-bit)
  • Spazio su disco: 16GB (32-bit) o 20GB (64-bit)
  • Grafica: Scheda video con capacità DirectX 9

Per rendere il passaggio ancora più fluido, Microsoft ha iniziato a notificare agli utenti di PC idonei di Riservare il loro aggiornamento. Questo è un bene sia per Microsoft che per gli utenti, in quanto prenotando l’aggiornamento il file di aggiornamento si diffonderà lentamente al vostro PC  e questo vi assicurerebbe di non superare il vostro limite di dati. Inoltre, prenotando l’aggiornamento si aiuta Microsoft a non colpire i loro server di download tutti in una volta.

Se avete questa icona di Windows sulla vostra barra delle applicazioni, fate clic su di essa e si aprirà una finestra che vi chiederà se volete prenotare il vostro aggiornamento. Cliccate Prenotate il vostro aggiornamento gratuito.

Se non hai ottenuto l’icona Ottieni Windows 10, non preoccuparti, non significa che non sei idoneo, è solo che potresti non aver aggiornato Windows per un po’. Ho ricevuto questo dopo aver scaricato un recente aggiornamento di Windows.

Passo 1 : Pulizia del disco

Cominciamo a liberare un po’ di spazio sul nostro disco di installazione di Windows. Finché avrete 20+ GB liberi sul vostro disco rigido, potete saltare questo passaggio. Ma per chi non ne ha, ecco come liberare un po’ di spazio prezioso.

Andare nel Pannello di controllo e cercare “Liberare spazio su disco“, e fare clic su di esso.

Si aprirebbe un menu di selezione dell’unità.

VEDI ANCHE  Come attivare l'Editor delle politiche di gruppo su Windows 10 Home Edition

Selezionare l’unità di installazione di Windows. E il processo avrebbe avuto inizio. Ci vorrebbe un po’ di tempo. Una volta che lo spazio del drive è stato ripulito, si dovrebbe avere abbastanza spazio per procedere con l’installazione.

Passo 2: Backup del sistema

Ora che avete abbastanza spazio libero, facciamo un backup del sistema&nbsp. Si può sempre eseguire un backup convenzionale, ma non è quello che faremo noi, eseguiremo un backup a livello di sistema creando un Immagine di sistema in modo che, in caso il nostro processo di aggiornamento fallisca, possiamo tranquillamente tornare al nostro precedente sistema operativo.

Per creare un’immagine di sistema andare in Pannello di controllo, sotto Sistema e sicurezza, cliccare su Salva copie di backup del file con Cronologia file.

Si aprirà la finestra Cronologia file. Nell’angolo in basso a sinistra, cliccare sull’opzione che dice System Image Backup. Qui, si consiglia di utilizzare un disco rigido esterno per eseguire questo backup, ma è possibile utilizzare tutto ciò che si trova più conveniente.

Cliccando su ‘Su un disco rigido’, ora cercherà tutti i dischi rigidi disponibili, sia interni che esterni.

Selezionate l’unità di vostra scelta.

Nella finestra successiva, selezionare le unità che si desidera includere nel backup e fare clic su ‘Avanti’.

Confermare il backup nella finestra successiva cliccando su Start Backup, a seconda del volume di dati il tempo di backup può variare.

Una volta fatto, si può passare alla fase successiva.

Passo 3: Prendi i tuoi autisti

Una delle parti più lunghe e frustranti dell’avere un PC Windows è ottenere i driver giusti. Se i driver non funzionano correttamente, è molto probabile che il sistema vada in crash. Ora il modo convenzionale per ottenere i driver giusti è quello di procurarseli dal sito web del produttore. Ma questo processo è diverso per i diversi PC. Vi mostrerò un modo in cui è possibile procurarsi i driver di qualsiasi PC da un’unica postazione. I ragazzi di Driver Pack Solutions, rilasciano ogni anno un pacchetto di driver che contiene i driver di tutti i produttori di PC e hardware e tutto quello che dovete fare per ottenere i driver giusti per il vostro PC è andare sul loro sito web e scaricare l’applicazione. Ora il download del Driver Pack è di quasi 10 GB che contiene tutti i driver, ma non tutti possono scaricarlo su un piano di dati limitato. Quindi, hanno il Driver Pack Online. Quello che fa il Driver Pack Online è cercare i componenti hardware sul vostro PC e scaricare i driver solo per loro, riducendo notevolmente le dimensioni del download. Dopo aver eseguito con successo l’aggiornamento a Windows 10, seguite la procedura seguente per installare i driver.

VEDI ANCHE  Come accedere alla nuova interfaccia di Esplora file su Windows 10

Se si dispone del Driver Pack ISO, montarlo ed eseguire l’applicazione.

L’applicazione eseguirà la scansione e vi chiederà informazioni sui driver disponibili.

Cliccare su Aggiorna tutto e attendere il completamento dell’installazione.

Se non volete eseguire il download di 10 GB, andate sul loro sito web e scaricate il Driver Pack Online.

Esegui e aspetta che si inizializzi.

Passo 4: Creare un’unità di recupero

Prima dell’aggiornamento, sarà saggio creare un’unità di recupero nel caso in cui si voglia tornare a Windows 8.

Vai al Pannello di controllo e cerca Recupero. Sotto Sistema, fare clic su Crea unità di recupero.

Nella finestra successiva cliccate su ‘Avanti’.

Selezionare l’unità USB che si desidera utilizzare come unità di recupero, ma solo per informarvi, si formatterà tutti i dati in USB drive durante il processo.

Cliccare su Crea nella finestra successiva.

Attendere il completamento del processo.

VEDERE ANCHE: 11 Fatti che dovreste conoscere su Windows 10

Conclusione

Windows 10 secondo me è il miglior sistema operativo di Microsoft finora ed è un grande tentativo di legare finalmente tutti i servizi Microsoft sotto un’unica piattaforma. Non sappiamo se sarà un successo o un fallimento, ma potete essere sicuri che il vostro PC è pronto per l’aggiornamento dopo questo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *