Software

MacOS Mojave Public Beta è qui, ma dovreste scaricarlo?

Dopo averlo annunciato durante la WWDC 2018 all’inizio di questo mese, e aver rilasciato una Developer Beta per esso proprio quel giorno, Apple ha ora reso disponibile l’ultima iterazione del suo sistema operativo desktop – macOS 10.14 Mojave – da scaricare come Public Beta per chiunque voglia provarlo.

Ora, macOS Mojave non è un altro aggiornamento “sotto il cofano” come macOS High Sierra lo scorso anno (e fortunatamente, ha un nome migliore di macOS High Sierra), infatti, porta un bel po’ di nuove funzionalità alla linea di desktop e laptop Apple. Tuttavia, mentre la Public Beta è disponibile per chiunque possa scaricarla senza la necessità di un account di sviluppo da 99 dollari all’anno, è davvero qualcosa che si dovrebbe scaricare sul proprio MacBook o iMac? Bene, lasciatemi elencare la mia esperienza con l’ultimo sistema operativo desktop di Apple finora.

macOS Mojave Public Beta – Il buono

Per quanto mi ricordo (a parte l’anno scorso con High Sierra), ogni aggiornamento di macOS ha portato un mucchio di nuove caratteristiche nella proverbiale tabella, e quest’anno sembra essere il più grande aggiornamento nella memoria recente.

Tempo di avvio

Subito dopo, il tempo di avvio in macOS Mojave è incredibile. I MacBook sono sempre stati follemente veloci da avviare, specialmente da quando Apple è passata a quei velocissimi SSD, ma macOS Mojave l’ha reso ancora più veloce. Tanto che, in pratica, non sembra che si stia avviando affatto, e questo mi piace.

Nuove funzionalità… Ovunque!

Ci sono un sacco di nuove funzionalità in macOS Mojave, la più visibile tra queste è la bellissima modalità oscura (grazie, Apple!), gli incredibili sfondi dinamici che sembrano incredibili (soprattutto quella che mostra di notte), pile di desktop che, almeno per me, sono una manna dal cielo, e molto di più.

Apple ha anche reso Quick Look molto più utile, e puògestire il markup di base proprio lì senza dover aprire Preview, il che significa che fondamentalmente non apro più Preview. Può anche permetterti di tagliare i video senza doverli aprire prima in QuickTime. È un ridicolo risparmio di tempo di cui non posso fare a meno adesso.

VEDI ANCHE  11 Tweaks per rendere Waze una guida migliore

Ci sono anche un sacco di altre caratteristiche, e le abbiamo trattate in un articolo dedicato, quindi dovreste assolutamente andare a dare un’occhiata.

Diritti di vantarsi

Voglio dire, andiamo, essere sull’ultima versione di macOS vi darà il diritto di vantarvi.

  • Il tuo collega sta aprendo un video in QuickTime per ritagliarlo? Puoi farlo in Quick Look. È letteralmente a una barra spaziatrice di distanza.
  • La modalità oscura farà invidia a quasi tutti, compresi gli utenti di Windows, perché quella modalità oscura può essere decente, ma non è così fantastica come quella di macOS Mojave.
  • Sarete registrati nel vostro computer portatile prima che il vostro collega si metta in moto.
  • Potete dire a tutti come sia l’ultima e la più grande versione di macOS mai costruita.
  • Non dovrete mai preoccuparvi di un desktop ingombrante perché i Desktop Stack vi salveranno ogni volta, senza sforzo.

Le pile da tavolo sono come la magia per il tuo desktop

C’è molto di più di cui vantarsi in macOS Mojave, e soprattutto, è abbastanza stabile per quanto riguarda le versioni beta.

macOS Mojave Public Beta – Il male

Così come “con un grande potere vengono grandi responsabilità”, con grandi caratteristiche vengono anche alcuni svantaggi piuttosto importanti, almeno per quanto riguarda il software beta. Non che non dovreste aspettarvi i problemi che elencherò qui sotto, perché è una beta, e letteralmente tutti vi diranno di stare attenti perché è un software pre-release e può danneggiare, o uccidere completamente il vostro portatile.

Anche se macOS Mojave non ha ucciso il mio MacBook Pro 2017 senza Touch Bar, non prendo alcuna garanzia su come potrebbe finire il vostro portatile. Ora che vi ho mortificati, lasciate che vi porti a fare il giro sulle montagne russe selvagge che sono i bug e i problemi con macOS Mojave.

Durata della batteria

Il problema più grande per me è il colpo che la mia durata della batteria ha preso. Mentre ero su High Sierra, il mio MacBook è durato costantemente circa 10 ore con una carica completa. Ora… beh, ora dura al massimo dalle 4 alle 5 ore, con lo stesso carico di lavoro che aveva prima. Quindi, chiaramente, la durata della batteria subirà un colpo con macOS Mojave.Batteria al 66% = 3 ore rimanenti

Tuttavia, sono abbastanza fiducioso che Apple sistemerà la cosa per quando arriveremo al rilascio stabile più tardi in autunno.

Problemi di compatibilità casuale

Questo è probabilmente l’inconveniente più ovvio dell’installazione di una build beta di un sistema operativo. Le applicazioni si romperanno; non tutte, fortunatamente, ma abbastanza.

  • Ho sempre amato scrivere in Ulisse, ma con macOS Mojave, semplicemente non mi permette più di creare un nuovo foglio… Il mio solito ripiego è iA Writer, che per fortuna funziona.
  • A LeeCounty, usiamo il Quip come strumento preferito per collaborare, e fa un gran casino in Mojave. Selezionando più righe, l’intera pagina diventa grigia e l’unica soluzione è tornare indietro e poi tornare alla pagina.
VEDI ANCHE  10 Migliori applicazioni di scrittura per Chromebook (Supporto offline)

Ah, filtro privacy incorporato… eh.

  • Better Touch Tool, che è di gran lunga la migliore app per la quale abbia mai speso i miei soldi (sì, lo è), esce casualmente in background. Fortunatamente lo sviluppatore è fantastico e c’è già un fix nel canale alfa, ma sto aspettando che arrivi anche nel canale stabile.
  • Le applicazioni cominciano ad essere in ritardo a volte. Ho notato che mentre cercavo di salvare un’immagine che ho modificato in Photoshop, e mentre chiudevo più schede in Firefox Quantum, le applicazioni a volte ci mettono un attimo a capire che ho chiesto loro di fare qualcosa.
  • Il ventilatore! Cosa dico anche del ventilatore… Si si avvia in modo casuale e va a tutto gas, e poi rallenta dopo un po’. Mentre scrivevo questo articolo, si è avviato una volta, ha fatto sì che tutti mi fissassero, e poi è tornato di nuovo tranquillo.

macOS Mojave Public Beta – Il Brutto

Come ho detto, tutti ti dicono di non installare software beta sulla tua macchina primaria perché può portare alla perdita di dati, e potrebbe anche rovinare permanentemente il tuo Mac, quello che non ho mai visto la gente menzionare èil semplice, brutto fatto che una volta che hai aggiornato il tuo Mac al pubblico o allo Sviluppatore Beta, non puoi tornare alla versione originale che avevi prima.

Quindi, se venite da MacOS High Sierra, e pensate che forse ci sono troppi bug e volete tornare indietro, beh, siete sfortunati perché non potete. Si può andare solo alla prossima beta, o alla versione stabile del Mojave quando uscirà più tardi in autunno.

una volta che hai aggiornato il tuo Mac al pubblico o alla Beta per sviluppatori, non puoi tornare alla versione originale che avevi prima

Perché, vi chiedete? Beh, è semplice. Ogni volta che provi a installare un aggiornamento del sistema operativo, il tuo portatile controlla se è più recente rispetto a quello che è già installato sul tuo sistema. Se lo è, tutto va bene e l’aggiornamento si avvia. Tuttavia, se non lo è, semplicemente non funziona.

VEDI ANCHE  10 migliori editor di foto per Chromebook che dovreste usare

Ora immaginate questo, avete installato la Public Beta sul vostro computer portatile primario e ha rotto proprio le applicazioni che vi servono per il vostro lavoro. Tu, gentile lettore, purtroppo sei fottuto.

Niente panico, c’è una soluzione… una soluzione estrema

Detto questo, se vi sentite ancora abbastanza coraggiosi da installare macOS Mojave sul vostro portatile, solo per scoprire che ha rovinato proprio le applicazioni da cui dipende il vostro sostentamento, non affrettatevi a sganciare altri 1000euros+ su un sostituto. C’è un modo per riavviare il sistema. Tuttavia, si tratta di passaggi che quasi sempre cancellano i dati dal sistema.

Si chiama modalità di recupero, e fondamentalmente ripristina il vostro Mac alle impostazioni di fabbrica, il che significa che vi riporterà al sistema operativo con cui è stato spedito il vostro portatile. Questo va bene se si utilizza un Mac 2016 o 2017 fornito con macOS Sierra e superiori. Se stai usando un MacBook Air del 2015, come l’anno scorso quando ho dovuto usare la modalità di recupero, sarai riportato a… Mac OS X Mavericks (o almeno lo ero io).

macOS Mojave Public Beta – Da installare o non installare? Questa è la domanda

Quindi, la domanda sorge spontanea: dovreste installare il macOS Mojave Public Beta? Beh, è possibile, ma non lo consiglierei a meno che non abbiate assolutamente bisogno delle nuove funzionalità in questo momento.

Nel mio uso, il macOS Mojave beta non è stato così buggy da farmi rimpiangere di aver fatto un salto nel buggy e di averlo aggiornato subito. Tuttavia, come per la maggior parte degli aggiornamenti software, il chilometraggio può variare, e non posso raccomandare a nessuno di installare la versione beta di macOS Mojave.

Ovviamente, se siete appassionati come me, probabilmente lo installerete comunque, nel qual caso vi auguro buona fortuna e vi lascio due cose:

  • Un avvertimento che il software beta può essere dannoso per il vostro sistema. Può essere instabile e potrebbe rendere il vostro sistema inutilizzabile. In questo caso, io (o LeeCounty) non mi assumo alcuna responsabilità al riguardo. Siete stati avvertiti degli svantaggi e dei rischi.
  • e, se scegliete ancora di aggiornare il vostro sistema, un link al nostro articolo su come installarlo (dove vi avvertiremo ancora una volta, tra l’altro!)

Allora, state aggiornando il vostro Mac all’ultima versione di macOS disponibile? Se lo state facendo, fatecelo sapere, se lo avete già fatto, fateci sapere come sta andando. C’è una sezione commenti qui sotto, quindi lasciate lì i vostri pensieri e commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *