Internet

Cos’è il Textalyzer e come può impedire alle persone di inviare SMS durante la guida

Molti incidenti sono avvenuti negli ultimi due decenni a causa della palese disattenzione della gente per i ripetuti avvertimenti di non usare i telefoni cellulari mentre si guida l’auto, si va in bicicletta o si utilizza qualsiasi tipo di macchinario pesante in generale. Nella maggior parte degli ultimi dieci anni, la maggior parte degli Stati Uniti e, in effetti, la maggior parte delle giurisdizioni di tutto il mondo, hanno vietato l’invio di messaggi di testo da parte dei conducenti. Le campagne di sensibilizzazione del pubblico hanno anche cercato di persuadere le persone a staccare il telefono mentre sono alla guida. Il problema, tuttavia, non fa che peggiorare di anno in anno, e le segnalazioni di gravi lesioni e persino di incidenti stradali legati al cellulare stanno diventando troppo comuni.

Così, con il pubblico apparentemente riluttante o incapace di controllare la propria dipendenza dal cellulare anche quando è al volante, i legislatori e gli esperti di salute pubblica negli Stati Uniti stanno seriamente considerando di adottare misure proattive che trattino la guida distratta come la guida in stato di ebbrezza. Come parte dei loro sforzi, alcuni legislatori di New York stanno soppesando i pro e i contro di autorizzare la polizia di New York a utilizzare un nuovo dispositivo chiamato “Textalyzer” che molti funzionari della sanità pubblica ed esperti di sicurezza ritengono abbia il potenziale per ridurre drasticamente il numero di incidenti derivanti da distrazioni legate al cellulare.

Che cos’è Textalyzer e come funziona?

Il Textalyzer è un dispositivo elettronico che si dice abbia la capacità di controllare se un conducente stava usando il suo telefono o tablet mentre guidava un veicolo. Per determinare se un particolare dispositivo è stato utilizzato in un determinato momento, sarà necessario collegarlo al Textalyzer, che poi effettuerà una scansione del dispositivo per riportare l’ora esatta in cui il telefono è stato strisciato o intercettato. Mentre il textalyzer non è ancora stato presentato ufficialmente, si dice che assomigli a un tablet delle dimensioni di un iPad . Realizzato da una società tecnologica israeliana chiamata Cellebrite, che era nei notiziari dell’anno scorso per aver aiutato l’FBI ad hackerare l’iPhone di San Bernardino sparando al sospetto Syed Farook, la tecnologia ha la sua parte di critici, che si battono contro le proposte di legge che permetterebbero agli agenti di polizia di usare legalmente il dispositivo per accusare gli automobilisti di guida distratta.

Perché il Textalyzer Controversial?

Mentre i sostenitori del textalyzer sostengono che contribuirà ad abbattere l’uso dilagante dei telefoni cellulari durante la guida, gli oppositori sono in difficoltà per quello che percepiscono come l’ennesimo attacco alla loro privacy da parte del governo. Secondo l’Unione per le libertà civili di New York e altri gruppi per i diritti alla privacy, il dispositivo è troppo invasivo e potrebbe rivelarsi una grave minaccia al diritto alla privacy di un individuo se implementato senza chiare e inequivocabili garanzie. In una dichiarazione rilasciata qualche settimana fa, il NYCLU ha persino sostenuto che la proposta di legge per autorizzare gli agenti di polizia a usare il textalyzer per esaminare i telefoni degli autisti è una grave violazione della privacy e come tale è incostituzionale.

VEDI ANCHE  10 migliori casi e copertine OnePlus 5T che si possono acquistare

Da parte sua, Cellebrite sostiene che la sua tecnologia è progettata solo per tracciare strisciate e rubinetti e, non leggerà alcun contenuto reale, come messaggi, mail, immagini, audio o video. Ora, se la tecnologia si asterrà davvero dal raccogliere informazioni private o semplicemente eviterà di rivelarlo alla polizia nel tentativo di aggirare il diritto alla privacy del Quinto Emendamento è qualcosa che deve ancora essere verificato da qualsiasi terza parte indipendente, quindi non aspettatevi che la controversia che circonda l’argomento si spenga presto.

Cosa propone la legge Textalizer e quando entrerà in vigore?

La legislazione per implementare l’uso dei textalyzer è stata introdotta al Senato di New York lo scorso anno, ed è stata promossa dal gruppo di pressione “Distracted Operators Risk Casualties (DORCs)”, il cui co-fondatore, Ben Lieberman, ha perso suo figlio, Evan, alcuni anni fa in un incidente stradale causato da un guidatore distratto. La proposta di legge, che ha ricevuto il sostegno e si è opposta in egual misura, è stata approvata dal Comitato Trasporti del Senato di New York e in attualmente in attesa dell’approvazione del comitato finanziario. Un’azione legislativa simile è stata presa in considerazione attivamente anche da legislatori e amministratori in Tennessee, New Jersey e Illinois.

Nel caso in cui la legge proposta entri in vigore, la polizia sarà tenuta a informare gli automobilisti coinvolti in un incidente che la loro patente rischia di essere sospesa con effetto immediato in attesa di una scansione con textalyzer dei loro dispositivi mobili. Nel caso in cui il conducente “rifiuti di accettare tale test sul campo”, la patente può anche essere revocata. La legge proposta stabilisce inoltre che, ogni conducente “si considera che abbia dato il proprio consenso” alla scansione del proprio dispositivo mobile per determinare se lo stava utilizzando nei secondi precedenti l’incidente.

VEDI ANCHE  7 modi migliori per condividere file tra iPhone, iPad e Mac

Il mese scorso il governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato che il Comitato statale per la sicurezza stradale avrebbe esaminato il textalyzer per vedere se è pronto per la prima serata. Per ora, non c’è una data concreta per la tecnologia da implementare, ma Cellebrite dice che è pronta a portare il suo dispositivo sul mercato all’inizio del prossimo anno.

VEDERE ANCHE: Che cos’è il 5G? Tutto quello che devi sapere

Il Textalyzer può davvero ridurre la guida distratta?

Come accennato in precedenza, l’uso dei telefoni durante la guida non è solo disapprovato, ma anche vietato nella maggior parte dei paesi del mondo. Tuttavia, come sappiamo fin troppo bene, queste regole sono ampiamente ignorate dalle persone in tutto il mondo. Mentre il flagello della guida in stato di ebbrezza è stato affrontato con successo in larga misura con l’uso dell’etilometro, i sostenitori del textalyzer sperano che l’uso della nuova tecnologia aiuti le forze dell’ordine a combattere il problema della guida durante l’uso del telefono. Che ciò accada o meno rimane da vedere, ma si spera che avremo un sistema equilibrato che ci aiuterà a ridurre la guida distratta senza violare la nostra privacy e le libertà civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *