Software

Come usare iMovie: Una guida completa per fare Home Video

Oggi l’arte del cinema non è più un’arte che rimane esclusivamente nella cerchia dei cineasti professionisti. Chiunque può girare, montare e caricare film in modo semplice e veloce. Mentre la generazione più giovane di noi accetta che, come un altro fatto ordinario della vita, gli utenti della rete più esperti potrebbero apprezzarlo di più.

Il fatto che tutti possano facilmente produrre film è sorprendente. Molti fattori contribuiscono a ciò, come la connessione a Internet ad alta velocità, una migliore qualità della videocamera mobile, l’accessibilità ai servizi di condivisione video e un software di editing video semplice da usare. iMovie di Apple è il pioniere dei produttori di film per profani di facile utilizzo, e ancora oggi è il migliore disponibile sul mercato. L’applicazione viene fornita con ogni nuovo Mac, ed è disponibile come download gratuito per iPhone e iPad.

Questo tutorial è una guida completa guida all’uso di iMovie for Mac ed è realizzato utilizzando la versione 10.1.1 – l’ultima versione al momento della scrittura. È possibile utilizzarla per produrre video migliori di YouTube, creare semplici video musicali, documentare le vostre vacanze, presentare il vostro prodotto, insegnare a distanza, o fare qualsiasi altro video che si desidera. Cominciamo, va bene?

Pre-produzione

Scritto – o no

Sia che vogliate usare iMovie per mettere insieme brevi clip dal vostro disco rigido o per creare il prossimo blockbuster, un buon film è un film ben pianificato. Quindi, prima di iniziare, bisogna avere qualche idea di quale sarà il risultato. Sapere in anticipo quello che vuoi ti aiuterà a lavorare più velocemente e più facilmente.

Il giusto approccio per creare un buon film è quello di avere una “sceneggiatura” pronta, e poi girare le scene secondo la sceneggiatura. È ancora meglio creare uno storyboard in modo da sapere come girare ogni scena. Altre cose che dovresti preparare sono le proprietà che useresti, e il cast che sarà protagonista nel tuo film.

Ma d’altra parte, va benissimo iniziare con qualsiasi filmato si abbia in mano. Attenersi troppo alla sceneggiatura potrebbe togliere l’entusiasmo dal processo. La cosa più importante è che vi divertiate.

Puntatori precoci

Il processo di editing sarebbe molto più semplice se si dispone di buoni clip. E non possono venire da un processo di ripresa scadente. Anche se non è necessario disporre di tecniche di regia avanzate per produrre filmati amatoriali, conoscere poche regole di base per la composizione, le angolazioni della telecamera e le tecniche di illuminazione sarebbe utile. Una rapida ricerca sul web vi darà un sacco di materiale didattico da analizzare.

Un’altra cosa che ricordo che il mio amico cineasta mi ha detto è che l’uomo moderno ha una capacità di attenzione molto breve. Per rendere i tuoi film meno noiosi, assicurati che le scene cambino ogni 3 secondi. Significa che più clip si possono compilare e montare, meglio è.

E, la cosa più importante di tutte, sempre a sostegno del proprio lavoro. Fare o meno filmini casalinghi, perdere preziosi ricordi digitali non è una cosa che si vuole sperimentare. Preparate un disco rigido esterno di riserva e collegate il vostro computer a diversi servizi di cloud hosting. Non si può mai essere troppo prudenti.

Modifica

Modello del rimorchio

La prima volta che aprite iMovie, avrete la possibilità di creare un Nuovo Film o Nuovo Trailer.

Il modo più semplice e veloce per iniziare è scegliere la modalità Trailer. Ha modelli di trailer in stile hollywoodiano di meno di 2 minuti che vi guideranno passo dopo passo. Sono disponibili anche con le colonne sonore. Tutto quello che dovete fare è seguire le istruzioni, e avrete il vostro primo cortometraggio in pochissimo tempo.

È possibile far passare il puntatore del mouse su un modello e fare clic sul pulsante Play per visualizzare in anteprima il tipo di filmato che si otterrà se si utilizza quel modello. Quando siete pronti, scegliete uno dei modelli e cliccate su Crea nell’angolo in basso a destra dello schermo.

Quindi impostare il titolo che si desidera per la clip e fare clic su OK.

Iniziate a creare il vostro trailer modificando il Outline qui sotto. Apportare le modifiche necessarie ai dettagli come i nomi del cast, il genere, lo stile del logo, ecc. I dettagli dipendono dal modello di trailer scelto.

Il passo successivo è la scheda centrale: Storyboard. È possibile modificare gli inserti di testo se lo si desidera, quindi andare nella mediateca per scegliere i video e le foto che si desidera utilizzare nel trailer. Seguite le istruzioni alla lettera e siete pronti a partire. Ad esempio, scegliete un clip di azione quando lo storyboard dice Azione. Il segnaposto si sposterà uno alla volta dopo che avrete inserito una clip fino alla fine. Per modificare, selezionare un segnaposto e scegliere un’altra clip da aggiungere.

E questo è tutto. Il tuo short trailer è pronto, e puoi condividerlo tramite il menu File – Share. Ci sono diverse opzioni tra cui e-mail, YouTube, Facebook e file.

E’ possibile dilungarsi ulteriormente con l’audio, i titoli, lo sfondo e le transizioni; ma per un inizio veloce, è meglio attenersi al default.

Per chi vuole andare più in profondità, continuiamo con un montaggio più avanzato.

Filmato completo

Se siete pronti ad andare oltre il trailer del film, iniziate un nuovo progetto in iMovie (cliccate sul pulsante Più “+” nell’angolo in alto a sinistra dello schermo) e scegliete Film.

Il flusso di lavoro di base

Si può iniziare da zero selezionando Nessun tema, ma a meno che non si abbia già familiarità con iMovie, è meglio usare uno dei temi per capire come va il processo.

I temi sono diversi con i modelli. Si hanno solo i toni generali e l’estetica del film, senza i segnaposti passo dopo passo “inserisci qui” come i trailer.

VEDI ANCHE  Come installare i programmi AppImage su Chromebook

L’ambiente di lavoro è simile ai trailer; ci sono la Media Library e Anteprima pannello. Ma al posto di Outline e Storyboard, curate, c’è la lavagna bianca su cui dipingere. Si chiama Timeline.

Media di importazione

Un filmato più lungo è una raccolta di clip più brevi. Quindi, il primo passo per creare il vostro filmato è raccogliere tutte le clip di cui avete bisogno. Potete iniziare con le foto e i video che avete nella vostra Fototeca. Sono prontamente disponibili presso la Mediateca. Oppure potete importare altri media dalle cartelle del vostro disco rigido utilizzando il pulsante di importazione, oppure utilizzando il menu File – Importa Media (Comando + I). Se avete installato iMovie nel vostro iPhone o iPad e lo avete usato per modificare un video, potete anche importare il progetto usando File – Import iMovie iOS Project menu.

Dopo aver scelto un filmato / foto / cartella, è possibile iniziare a importare i media cliccando sul pulsante Importa selezionati, e saranno disponibili nella Mediateca. È possibile importarli nel Project Media, ma sarebbe più facile se si crea una nuova cartella per loro.

Una cosa fastidiosa che ho trovato nel processo di importazione è la mancanza della funzione di ricerca. Bisogna trovare i media che si vogliono usare manualmente e ci vuole tempo. Sarebbe molto utile se Apple aggiungesse una funzione di ricerca nella finestra di importazione all’interno della prossima versione di iMovie.

Aggiungere i media alla Timeline

Dopodiché, è possibile selezionare una clip dalla Mediateca e determinare il segmento della clip che si desidera utilizzare cliccando e trascinando la clip. La parte selezionata sarà incorniciata da un riquadro giallo, ed è possibile aggiungerla alla timeline trascinandola o cliccando sul tasto Più (+) pulsante in basso a destra del riquadro giallo. Inoltre, è anche possibile aggiungere foto come parte del filmato.

Ma video e foto non sono le uniche cose che si possono aggiungere alla linea temporale. È possibile aggiungere anche file audio che fungeranno da sottofondo musicale o colonna sonora. Il processo è simile all’aggiunta di video, ma bisogna selezionare Audio invece di My Media dalle schede delle opzioni. Potete scegliere la vostra collezione musicale in iTunes come fonte. In alternativa, potete anche usare Sound Effect, o Garageband se volete produrre la vostra musica.

Altre cose che si possono aggiungere alla timeline dalle schede delle opzioni sono Titoli, Sfondi e Transizioni. Ma saranno discusse nei capitoli successivi.

Montaggio video

Ora che avete tutti i vostri filmati, cominciamo con il montaggio.

Clip divisa

Una delle prime cose da sapere è come dividere le clip. Rompere una clip in diverse più brevi permette di modificare ogni pezzo separatamente, in modo da avere una maggiore flessibilità. È possibile inserire effetti, transizioni, sfondi, ecc. tra i pezzi. Potete anche spostare i pezzi trascinandoli e rilasciandoli, o cancellare i pezzi che non volete.

Per dividere una clip, passare il mouse su una posizione nella clip, fare clic con il mouse per fissare la posizione, quindi andare al menu Modifica – Dividi clip, oppure usare la combinazione di tasti di scelta rapida Comando + B. È anche possibile fare clic e trascinare il mouse per selezionare una porzione del clip.

Inserire le transizioni

Come suggerisce il nome, le transizioni permettono di passare da un clip all’altro con stile. È possibile inserire le transizioni dalla scheda di inserimento. Ci sono molte transizioni disponibili, e ogni tema del video – incluso quello scelto all’inizio del progetto – ha le sue transizioni uniche. Per inserire la transizione, selezionare un punto di inserimento tra le clip.

E poi scegliere una delle transizioni e trascinarla fino al punto di inserimento.

È possibile modificare la lunghezza della transizione facendo doppio clic su di essa, digitando il valore desiderato e cliccando su Applica.

Per cancellare una transizione, selezionarla e premere il tasto cancella.

Dissolvenza in entrata, dissolvenza in uscita e altro ancora

È anche possibile creare un effetto di fade in e fade out all’inizio e alla fine di un clip/progetto aggiungendo le opportune transizioni. Ma il modo più semplice per farlo è tramite le impostazioni del progetto. Al centro della parte destra dello schermo, accanto al cursore dello zoom, c’è il pulsante Impostazioni (che non sembra un pulsante). Cliccandoci sopra, si aprirà una piccola finestra Impostazioni progetto. Spuntate le caselle Fade in from black e Fade out to black.

Ci sono altre opzioni che si possono personalizzare da questa finestra, come cambiare il progetto Tema e applicare Filtro.

Ma quello che trovo più utile è la possibilità di regolare la dimensione del clip . Facendo scorrere il cursore verso destra, le clip sulla timeline verranno ingrandite e il processo di editing sarà più semplice.

Ruotare e ritagliare

A volte, sia per scopi artistici o semplicemente per correggere gli errori dei principianti, si vuole ruotare o ritagliare una clip. In iMovie, è possibile farlo facilmente selezionando una clip e scegliendo lo strumento Ruota sopra il riquadro di anteprima. Ma c’è un limite, si può ruotare la clip solo nei passi di 90 gradi.

Immagine in Immagine e Fianco a fianco

Un’altra cosa pulita che si può fare con iMovie è fare effetto immagine nell’immagine. Oppure, se si scattano i filmati in modalità ritratto, si possono mettere due diversi clip uno accanto all’altro per creare una bella scena in cui due eventi accadono contemporaneamente in luoghi diversi.

Per creare l’effetto, selezionare una clip e trascinarla su un’altra. Se necessario, regolare la lunghezza di entrambe le clip in modo che corrisponda trascinando una delle estremità della clip.

Quindi, mentre la clip è selezionata, fare clic su Impostazioni di sovrapposizione videostrumento situato sopra il riquadro di anteprima, e scegliere l’effetto che si desidera applicare. Ogni effetto ha ulteriori impostazioni che potete regolare. Vi suggerisco di giocare con loro per capire meglio cosa fanno. Le ricerche hanno dimostrato che imparare facendo avrà un effetto più duraturo sulla vostra memoria muscolare.

Velocità video: Lento, Veloce, Fermo

Per un effetto drammatico, ad esempio per le scene d’azione, è possibile mettere una clip al rallentatore. Selezionate una clip – o se volete selezionare una parte della clip, potete prima dividerla – e scegliete Speed tool (l’icona del tachimetro) sopra il riquadro di anteprima. Poi scegliete l’effetto di velocità che volete. Le opzioni sono Lento, Veloce, Freeze Frame, e Personalizzato.

C’è una casella di spunta che offre di preservare l’intonazione del suono, ma credo che l’effetto sarebbe più drammatico se il clip al rallentatore fosse accompagnato da un suono lento e con un’intonazione bassa. Per quanto riguarda il movimento veloce, è possibile scegliere la percentuale del fattore di velocità. Questo tipo di effetto è perfetto per accorciare una clip molto lunga, o per rendere più sopportabile una parte meno importante del film.

VEDI ANCHE  7 Migliori applicazioni di messaggistica offline che funzionano senza Internet

Il fermo immagine tratterrà un fotogramma per qualche istante. È perfetto se volete che il vostro pubblico si concentri su una parte del film.

Bilanciamento e correzione del colore

Passiamo all’editing del colore. Ci sono due tipi di strumenti che si possono utilizzare: Bilanciamento del colore e Correzione del colore.

Color Balance può aiutare a correggere il colore della clip, sia automaticamente con Auto, utilizzare Match Color per imitare il tono di un’altra clip, utilizzare White Balance o Skin Tone Balance e scegliere un colore dalla clip utilizzando il contagocce come guida.

La correzione del colore consente di utilizzare evidenziazioni  per rendere le clip più chiare o più scure, regolare il colore saturazione per rendere la clip più o meno colorata, e anche regolare il colore temperatura per immagini più calde o più fredde.

Filtri video e audio

Un altro strumento di editing video che potete trovare sopra il riquadro di anteprima è Filtro clip e Effetti audio.

Entrambi vi offrono molte opzioni che potete utilizzare. Ad esempio, il filtro a clip ha noir, romantico, sognante, a raggi X, fantascientifico e molte altre. Si possono usare effetti diversi per clip diverse se si vuole, ma il modo migliore per usare questo strumento è quello di dare a una scena un’attenzione diversa.

Anche lo strumento degli effetti audio è divertente con cui giocare. È possibile cambiare il suono di una clip per farla suonare come la voce di un robot, telefono fisso, radio a onde corte, cattedrale, cambiare l’intonazione o altri effetti.

Background

Ci sono tonnellate di Background che vengono con iMovie. È possibile aggiungere sfondi ai video utilizzando una delle opzioni disponibili che si trovano sopra il riquadro dei media. Uno dei possibili usi dello sfondo è quello di combinarlo con lo strumento Picture in picture. Fare clic sulla scheda dello sfondo sopra il riquadro di anteprima, sceglierne uno, trascinarlo sulla timeline e metterlo tra le clip.

Dopo di che, trascinare una clip sopra lo sfondo e selezionare lo strumento Picture in picture. È possibile regolare quanto grande sarà la clip e dove si trova la posizione della clip.

Montaggio audio

In qualsiasi film, il suono è importante quanto l’immagine. Può creare uno stato d’animo diverso per la stessa immagine; può anche sottolineare quale messaggio il regista vuole che il pubblico veda. Una scena romantica sarebbe rovinata da una musica di sottofondo vivace; un’ambientazione spaventosa avrà meno impatto senza le melodie e gli effetti sonori terrificanti. Vediamo quali sono le caratteristiche che iMovie offre nel settore sonoro.

Controllo del volume

Forse la parte più importante dell’editing audio è la capacità di controllare il volume, e questo si può fare facilmente in iMovie. Se avete già avuto a che fare con GarageBand, vi sentirete a casa vostra, perché iMovie utilizza approcci simili al controllo del volume.

Quando si va alla timeline e si seleziona un clip, si può vedere una linea orizzontale da qualche parte al centro della parte audio (i blocchi blu). Questo è un controllo generale del volume, trascinarlo verso l’alto per aumentare il livello o verso il basso per diminuirlo.

Se si vedono dei picchi gialli nella forma d’onda audio, significa che il volume è un po’ al di sopra del livello raccomandato, ma nella maggior parte dei casi va ancora bene. Ma se vedete dei picchi rossi, si raccomanda di abbassare il livello del volume per evitare un’emissione sonora distorta.

Inserimento di una traccia audio esterna

Oltre al suono originale che viene fornito con il video, è possibile aggiungere un altro livello di suono da fonti esterne come la musica e l’effetto sonoro. Andate alla Madia Library e scegliete un suono da Libreria iTunes, Effetti sonori, o Garageband – se ne avete creato uno voi stessi.

Dopo aver scelto, trascinarlo nel livello audio sotto il video, quindi regolare la posizione e la lunghezza per adattarlo al clip. È anche possibile regolare il volume utilizzando il metodo simile come descritto sopra – trascinando la linea del volume su e giù.

Dissolvenza in entrata, dissolvenza in uscita

È anche possibile utilizzare l’effetto fade in fade out sul suono. Se si guarda da vicino, ci sono questi piccoli punti all’inizio e alla fine del clip audio. Questi sono i marcatori di dissolvenza in fade out. Tutto quello che dovete fare è trascinarli orizzontalmente lungo la linea del volume fino alla posizione in cui volete che il livello standard del volume inizi o finisca. L’effetto è rappresentato visivamente da una linea curva.

Dividere e modificare

Soprattutto se si dispone di clip lunghe, si desidera dividerle in pezzi più corti per facilitare l’editing. Abbiamo discusso la tecnica per dividere le clip nella sezione di editing video, ma per un rapido aggiornamento della memoria, si tratta di posizionare il marcatore temporale nella posizione in cui si vuole dividere la clip e premere la combinazione di tasti Comando + B.

È possibile dividere la clip per isolare una parte in cui si desidera utilizzare impostazioni audio diverse. Per esempio, c’è una parte della clip con un forte rumore di treno che passa in sottofondo e si desidera disattivare l’audio, o una parte in cui si sente a malapena l’altoparlante, e si deve aumentare il volume. E ci sono molti altri scenari diversi in cui sarebbe una buona idea dividere la clip.

Voice Over

Se avete bisogno di aggiungere al vostro clip un commento, una narrazione, una spiegazione o qualsiasi altra cosa relativa alla voce, potete usare la funzione voice over. È talmente semplice che non riuscivo a pensare a un motivo per cui non l’avessi notato la prima volta che ho provato iMovie.

Selezionare una clip e visualizzarla nel riquadro di anteprima. C’è un microfono icona sotto il riquadro. Facendo clic su di esso si aprirà il pulsante di registrazione. Mettere l’indicatore di tempo all’inizio della posizione che si desidera avviare, fare clic sul pulsante di registrazione, e iniziare a registrare la voce mentre la clip viene riprodotta. Ecco il conto alla rovescia 3-2-1 per prepararsi prima dell’inizio della registrazione.

È possibile regolare le impostazioni di Voice over cliccando sull’icona accanto al pulsante di registrazione. Qui si può scegliere la sorgente d’ingresso, il livello del volume e se si desidera disattivare o meno il progetto.

VEDI ANCHE  10 migliori applicazioni Photo Vault per iPhone e iPad

Il risultato sarà visualizzato in verde sotto la clip nella timeline. Se lo si desidera, è possibile modificare ulteriormente questo livello di voice over.

Tasto di opzione per un editing audio più avanzato

Un altro metodo per isolare una parte della clip e utilizzare diverse impostazioni audio senza dividere la clip è l’utilizzo del tasto di opzione.

Se si clicca in un punto qualsiasi della linea del volume tenendo premuto il tasto Opzione, si vedrà un punto che funge da indicatore di interruzione. Se si creano più punti nelle posizioni in cui si desidera applicare diversi livelli di volume, si può giocare con il livello individuale per ogni area.

Ne otterrete il succo dopo aver giocato un po’ con i punti, ma la regola di base per i principianti è che sono necessari quattro punti per isolare un’area: un gruppo di due punti a sinistra e un altro a destra dell’area. Poi si può trascinare la linea tra i punti interni su e giù.

Distaccare l’audio

Un altro trucco del montaggio audio che posso condividere è come staccare l’audio dal video. Si potrebbe voler fare questo se si vuole sbarazzarsi dell’audio che viene fornito con il video, e utilizzare la musica di sottofondo da un’altra fonte, qualcosa come fare un video musicale. O forse se l’audio e il video non sono sincronizzati tra loro, potreste staccare l’audio e trascinarlo un po’ per sincronizzarlo con il video. Dal momento che l’audio staccato è anche mobile, modificabile, divisibile, copia e incolla; si possono fare anche molte altre cose per quanto la vostra immaginazione possa andare avanti.

Per staccare l’audio dal video, selezionare una clip e cliccare con il tasto destro del mouse. Quindi scegliere Staccare l’audio dal menu a comparsa, oppure utilizzare la combinazione di tasti Comando + Opzione + B.

Aggiunta di titoli

Il titolo è un’altra parte importante di un film. Si può mettere all’inizio come titolo del film, alla fine come titolo di credito, o all’interno del film come informazione aggiuntiva o titolo del capitolo. La caratteristica del titolo consiste nell’aggiungere del testo al film.

Il titolo è disponibile nella scheda sopra la Mediateca. Cliccate sulla scheda Titolo e scegliete una delle numerose opzioni disponibili. Ci sono le scelte standard, ma se si utilizza un tema per il film, ci sono altre scelte specifiche per il tema. Ci sono molti effetti del titolo che puoi usare, come Pull Focus, Boogie Lights, Scrolling Credit, Pixie Dust e molti altri.

Per utilizzare i titoli, è possibile trascinarli nella posizione desiderata. Oltre ai punti tra le clip, è anche possibile aggiungere titoli come un overlay alle clip – o come un altro livello del filmato. Per farlo, aggiungete i titoli sopra la clip e regolate la posizione.

Dopo aver posizionato un titolo nella sua rispettiva posizione, è possibile avviare il processo di editing nel riquadro di anteprima dopo aver selezionato l’elemento. Le funzioni di editing di base sono presenti: è possibile modificare il carattere, il colore e la dimensione del carattere; e la possibilità di rendere il titolo in grassetto, corsivo o delineato.

Video editoriale

L’ultimo pezzo del video è la pubblicazione. Ci sono molte opzioni di pubblicazione disponibili in iMovie tramite il menu File – Share.

Teatro e iCloud

L’opzione di pubblicazione predefinita è Teatro (Comando + E). Se scegliete questa opzione, i vostri filmati e clip saranno raccolti nel Theater – accessibile tramite Finestra – Vai al Theater menu e caricati automaticamente nella vostra memoria iCloud.

Saranno disponibili per gli altri dispositivi collegati a iCloud – inclusi iPhone, iPad e Apple TV; a condizione che i dispositivi utilizzino lo stesso account iCloud.

Per quanto sembri conveniente, ci sono cose da considerare riguardo al Teatro: bisogna avere abbastanza memoria iCloud per contenere i propri film, e assicurarsi che la connessione internet sia abbastanza buona per il traffico (sia per la velocità che per il limite di dati).

YouTube e altri

Potete anche inviare le vostre opere via e-mail, salvarle nella libreria di iTunes, caricarle su YouTube, Facebook e Vimeo o tenere i video come file immagine o filmato all’interno del vostro disco rigido.

Il caricamento su YouTube, Facebook e Vimeo richiede l’accesso con il proprio account. Il processo di caricamento richiederà un certo tempo, a seconda della dimensione del tuo video e della velocità della tua connessione internet.

Note sul copyright

Una cosa è creare filmati casalinghi da tenere nel disco rigido e da guardare con la famiglia nel comfort della propria casa, ma caricarli su internet è un’altra cosa. Entrare nello spazio pubblico significa prestare maggiore attenzione ai diritti d’autore.

Per evitare problemi futuri, non dovreste caricare contenuti che contengono materiale protetto da copyright, sia che si tratti di immagini, filmati o clip audio. Ad esempio, è molto facile usare la vostra canzone preferita della vostra libreria iTunes come musica di sottofondo, ma non dovreste proprio.

Come scommessa sicura, tutto ciò che Apple fornisce all’interno di iMovie è materiale privo di copyright che puoi utilizzare. Altre alternative sono la realizzazione dei tuoi materiali, o l’acquisto di prodotti commerciali legati alla realizzazione di video.

E questo è un involucro

Con questo si conclude la nostra lunga discussione su iMovie. Spero che sia un viaggio divertente per voi come lo è per me. Ma cos’è un tutorial di iMovie senza l’esempio di un progetto reale? Quindi, permettetemi di condividere la mia opinione sulla creazione di un rapido home movie amatoriale.

È solo una cosa veloce – sulla mia vacanza di famiglia a Sukabumi – una bella cittadina di Giava occidentale, in Indonesia, con un sacco di cibo delizioso da provare. Il trailer viene creato in meno di cinque minuti (più qualche minuto in più per caricarlo su YouTube), utilizzando la funzione di base del trailer di iMovieâs con un po’ di editing qua e là.

Considerando il rischio del copyright e la mancanza di fiducia in me stesso, ho deciso di non condividere i film più lunghi che ho creato. Forse li conserveremo per il futuro.

In ogni caso, ecco la mia umile creazione. Tutto il merito del risultato quasi professionale dovrebbe andare a iMovie. La mia parte è solo girare e compilare le clip.

VEDERE ANCHE: Top 7 siti di condivisione video

Hai provato iMovie? Condividi la tua esperienza nella sezione commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *