Software

Come risolvere l’accesso è negato, il file può essere in uso o la condivisione di errori di violazione in Windows

La soluzione dipende dal messaggio ricevuto

Avete mai provato a cancellare un file e ottenere un errore Access is Denied error? O forse stai cercando di copiare o spostare un file o una cartella e ricevi un messaggio che dice il file sorgente potrebbe essere in uso? Questo tipo di errore può verificarsi per diversi motivi: non si ha la proprietà del file o della cartella e quindi non è possibile eseguire alcuna azione su di esso o sul sistema operativo o su un altro programma che lo sta utilizzando.

Di solito si può capire in quale situazione si è coinvolti dando un’occhiata a ciò che si sta cercando di fare esattamente. Se ottieni il messaggio Accesso negato oAttualmente non hai il permesso di accedere a questa cartella messaggio, allora probabilmente stai cercando un problema di permessi. Se non sei un amministratore del computer, probabilmente non sarai in grado di risolvere questo problema, quindi prima di tutto assicurati di poter ottenere l’accesso ad un account di amministrazione.

L’accesso è negato

Questo particolare errore è normalmente causato dai permessi NTFS,   ma può anche essere causato da altri problemi come un profilo utente corrotto, la crittografia sul file o se il file è in uso. Parleremo degli errori dei file in uso nella prossima sezione.

Per accedere al file o alla cartella, è necessario avere i permessi corretti configurati per il proprio account. Prima di iniziare a fare qualsiasi lavoro, dovreste provare a cliccare sul pulsante Continua che apparirà automaticamente in Windows 7 e Windows 8. Questo cercherà di dare i permessi del tuo account utente alla cartella finché sei il proprietario.

Se ottieni il Ti è stato negato il permesso di accedere a questo folder messaggio dopo aver cliccato su Continua, significa che non sei il proprietario e dovrai prima prendere la proprietà della cartella prima di poter modificare qualsiasi permesso.

VEDI ANCHE  10 Migliori applicazioni e-mail alternative per iPhone e iPad

Assumere la proprietà di file e cartelle in Windows

Assumere la proprietà è purtroppo un bel processo, quindi è meglio avere tempo e pazienza prima di tentare questo. Per iniziare, è necessario fare clic con il tasto destro del mouse sul file o sulla cartella, scegliere Proprietà e poi andare alla scheda Sicurezza.

Se non si ha accesso alla cartella, verrà visualizzato un messaggio che indica che è necessario essere un amministratore per visualizzare le proprietà di sicurezza. Andate avanti e cliccate su Continua. Si aprirà un’altra finestra di dialogo in cui è possibile cambiare il proprietario.

Nella casella Cambia proprietario in, selezionare il proprio account utente o gli Amministratori. Scelgo personalmente il mio account perché questo è il comportamento predefinito in Windows quando si crea una nuova cartella/file. Assicuratevi anche di selezionare la casella Sostituisci proprietario su sottocontenitori e oggetti. Fai clic su OK e riceverai un altro messaggio che dice che non hai i permessi per leggere i contenuti, vuoi sostituire i permessi e concederti il pieno controllo. Clicca .

Ora assicuratevi di fare clic su OK su tutte le finestre aperte rimanenti in modo che tutte le finestre di dialogo siano chiuse. Non cercare di modificare altre impostazioni a questo punto. Dovete prima chiudere tutte le finestre di dialogo aperte e tornare alla schermata di Explorer. Una volta lì, cliccate di nuovo con il tasto destro del mouse sul file/cartella e scegliete Proprietà e andate alla scheda Sicurezza. Ora dovrebbe avere un aspetto un po’ diverso.

A questo punto è possibile accedere al contenuto del file/cartella, ma è meglio reimpostare completamente i permessi. A questo punto, vi siete appena aggiunti e questo è tutto. Se volete i permessi di Windows predefiniti che verrebbero applicati, potete seguire i prossimi due passi. Cliccate sul pulsante Avanzate e poi cliccate su Cambia permessi.

Fare clic sul pulsante Rimuovi e rimuovere tutte le autorizzazioni attualmente elencate. A questo punto, dovrebbe essere solo il tuo account utente. Una volta che la casella di riepilogo è vuota, selezionare la casella Includi i permessi ereditabili dal genitore di questo oggetto. Poi cliccate sul pulsante Applica, non sul pulsante OK.

VEDI ANCHE  Come creare un backup completo di Windows 10

Nella casella di riepilogo dovrebbero comparire diverse voci, tra cui una per il vostro account utente. Le autorizzazioni predefinite includono di solito anche SISTEMA e Amministratori, quindi è una buona idea reimpostarle correttamente in questo modo. Se la cartella ha molte sottocartelle con file, potete controllare la casella Sostituire tutti i permessi degli oggetti figli con permessi ereditabili da questa casella. Chiudete tutte le finestre di dialogo e dovreste essere pronti a partire!

Come ho detto prima, l’accesso negato può essere causato in alcuni casi da altri problemi. Un profilo utente corrotto è uno di quegli strani problemi che ho visto più spesso negli ambienti di dominio. È possibile creare un nuovo profilo utente e poi provare ad accedere al file o alla cartella.

L’altro problema è se il file è criptato. Si può sempre provare a controllare se il file è criptato o meno facendo clic con il tasto destro del mouse e scegliendo Proprietà. Poi cliccate sul pulsante Avanzato dalla scheda Generale e deselezionate la casella Crittografa il contenuto per proteggere i dati.

Se qualcun altro ha criptato il file/cartella, non sarà possibile accedervi fino a quando non sarà possibile decriptarlo utilizzando il proprio account utente. L’ultimo problema se il file stesso è corrotto. In questo caso, dovrete cercare un software che possa aiutare a riparare i file corrotti, anche se questa è una causa molto rara del problema.

File in uso o errore di condivisione delle violazioni

Si noti che ottenere il messaggio Accesso è negato può essere causato da una violazione della condivisione, quindi se il metodo di cui sopra non ha funzionato, provare la seguente procedura.

È possibile scaricare e installare un programma gratuito chiamato Process Explorer da Microsoft. È possibile utilizzarlo per scoprire quali processi stanno bloccando un file. Cliccare con il tasto destro del mouse sul file eseguibile dopo la decompressione e scegliere Esegui come amministratore per eseguire il programma. Poi non preoccupatevi di tutti i colori e le barre pazzesche, andate in alto e cliccate su Trova e poi Trova Maniglia o DLL.

VEDI ANCHE  Migliori applicazioni di animazione di ricarica personalizzate per iPhone

Ora digitate il nome del file in questione nella casella e digitate la ricerca. Non è necessario digitare il nome completo del file; solo una parte di esso funzionerà per la maggior parte del tempo.

Si dovrebbe ottenere un elenco dei processi che attualmente hanno dei lucchetti sul file. Nel mio caso, Notepad.exe ha bloccato il mio documento di prova. Selezionate ora la voce nella casella e chiudete la casella di ricerca. Si dovrebbe tornare alla schermata principale di Esplora processo. In basso, una riga dovrebbe essere evidenziata e dovrebbe essere il percorso del file selezionato nella casella di ricerca.

Cliccare con il tasto destro del mouse su quella riga e scegliere Chiudi maniglia. Se c’era più di un processo nella casella di ricerca, dovrete ripetere la stessa procedura per ogni processo. A questo punto, dovreste essere in grado di cancellare o modificare il file a vostro piacimento. Il programma è molto utile quando si ricevono questi tipi di messaggi di errore:

  • Non è possibile eliminare il file: Errore 5 L’accesso è negato
  • C’è stata una violazione della condivisione
  • Il file di origine o di destinazione può essere in uso
  • Il file è in uso da un altro programma o utente
  • Assicurarsi che il disco non sia pieno o protetto da scrittura e che il file non sia attualmente in uso

Il programma è molto leggero e non richiede molte risorse. Può anche dirvi un sacco di altre informazioni sui processi di Windows, ma questo è per un altro post. Come ho detto sopra, se qualcuno vi ha negato l’accesso manualmente, non sarete in grado di entrare in quella cartella o file a meno che non vi vengano date le autorizzazioni da un amministratore! Se hai domande, scrivi un commento. Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *