Internet

Come andare su Google Free: Una guida dettagliata

Nel mondo di oggi, connesso digitalmente, è quasi impossibile trovare anche una sola persona che usa (o ha mai usato) un computer, ma non conosce Google. Nato come umile motore di ricerca, Google è cresciuto fino a diventare il colosso tecnologico che oggi come oggi, e i suoi vari prodotti e servizi sono utilizzati da miliardi di persone in tutto il mondo, quasi quotidianamente.

Sia che vi affidate a Gmail per gestire tutte le vostre e-mail, usare Google Drive per nascondere tutti i vostri documenti importanti, farvi fornire da Google Maps le indicazioni per qualsiasi luogo, passare ore a guardare i video di YouTube, o qualsiasi altra cosa del genere, state usando Google. Ma anche con i tanti servizi migliori della categoria che offre, cosa faresti se volessi provare qualcosa di diverso? E se volete uscire dall’ecosistema di Google?

Se la risposta è sì, allora siete venuti nel posto giusto. È molto possibile andare gratuitamente su Google. Ma prima di arrivare a questo, esaminiamo alcuni dei motivi per cui si vorrebbe lasciare l’ecosistema di Google.

Perché vorresti andare gratis su Google?

Abbandonare i prodotti e i servizi tecnologici di Google’s technology (ad es. Gmail) che si utilizzano quotidianamente può essere un po’ difficile. Tuttavia, ci sono in realtà diversi motivi per cui si vorrebbe fare il grande passo. Eccole qui:

  • Estrazione dei dati degli utenti: La parte del leone dei ricavi di Google proviene dalla pubblicità, che si basa sui dati degli utenti. Tutte le query di ricerca degli utenti, e-mail, ecc. vengono analizzate dai bot e dagli algoritmi di data mining di Google, e queste informazioni vengono utilizzate per aiutarvi a pubblicare annunci pubblicitari mirati in base ai vostri interessi.
  • Intrusione nella privacy: Questa è più che altro una continuazione del punto precedente. Dal momento che tutti i vostri dati vengono scannerizzati e analizzati dai bot di Google e memorizzati sui suoi server, si tratta di una vera e propria violazione della privacy. E se questo non bastasse, l’ex CEO di Google, Eric Schmidt, ha fatto delle osservazioni piuttosto controverse in passato.
  • Pratiche anticoncorrenziali: La sana concorrenza fa sempre bene a tutti, ma a quanto pare Google non la pensa così. Nel recente passato, è stata sottoposta a indagini antitrust da parte dell’UE, che ha sostenuto che Google ha dato priorità ai risultati che mostrano i propri prodotti e servizi, superiori alla concorrenza. È stata inoltre giudicata colpevole di aver abusato della sua posizione dominante sul mercato russo. Avete bisogno di altro? Che ne dite del fatto che Google si rifiuta di sviluppare applicazioni per piattaforme concorrenti come Windows Phone, mentre la sua rivale Microsoft ha tutte le sue applicazioni disponibili su Android.
  • Superior prodotti concorrenti: Se tutti le offerte di prodotti di Google sono estremamente capaci, non sono le migliori in circolazione. Quindi, se si decide di andare gratuitamente su Google, si può scegliere di utilizzare i migliori servizi disponibili sulle piattaforme concorrenti. Per esempio, quando si tratta di prendere nota delle app, OneNote di Microsoft offre un ricco set di caratteristiche, rispetto a Google’s Keep, che è relativamente più semplice.
  • Chiusura frequente dei propri servizi: Se avete intenzione di affidare i vostri dati ai servizi di Google, è meglio essere pronti a spostarli verso una nuova destinazione quando questi servizi sono bruscamente chiusi. Dall’interruzione del popolarissimo Reader, all’interruzione di My Tracks, fino alla fine di Picasa, la lista continua.
VEDI ANCHE  10 Migliori applicazioni gratuite per Android per lettori di ebook

Utilizzare alternative per uscire dall’ecosistema di Google

Ci sono tonnellate di prodotti e servizi concorrenti disponibili là fuori che sono altrettanto buoni (se non superiori) a quelli offerti da Google. Parliamo di pochi dei principali servizi di Google che si possono scartare, a favore delle alternative:

1. Ricerca su Google

Senza dubbio, Google Search è il leader indiscusso quando si tratta di motori di ricerca. E se da un lato è certamente il migliore, dall’altro le offerte dei concorrenti sono anche piuttosto buone. Basta provare Bing, o WolframAlpha, e vedere di persona. Volete di più? Dai un’occhiata alla nostra lista dei migliori motori di ricerca.

2. Gmail

Con un miliardo di utenti, Gmail è il più popolare servizio di posta elettronica basato sul web esistente. Ma non significa che sia l’unico. Date un’occhiata a Outlook o Zoho e rimarrete piacevolmente sorpresi. E se non siete ancora convinti, ci sono anche molte altre alternative di Gmail.

Nota: La maggior parte dei servizi di posta elettronica (ad es. Zoho, Outlook) dispone anche di sottomoduli di calendario per la gestione delle agende giornaliere, che possono essere utilizzati al posto di Google Calendar con altrettanta facilità.

3. 3. Google Drive

Google Drive offre un bel po’ di spazio di archiviazione gratuito, oltre a funzionalità come la condivisione di documenti e la collaborazione. Tuttavia, con servizi eccellenti come Dropbox e OneDrive  là fuori, non è insostituibile. E ci sono molti altri migliori servizi di cloud storage che puoi usare.

VEDI ANCHE  Dropbox contro Google Drive: Come scegliere quello che fa per te

4. 4. YouTube

Essendo il più grande sito di condivisione video, YouTube ha abbastanza contenuti video da durare una vita intera. Detto questo, se avete deciso di passare a qualcos’altro, Vimeo e Dailymotion  dovrebbe essere sufficiente per iniziare. Oh, e potete anche consultare il nostro elenco delle alternative di best YouTube.

5. 5. Google Chrome

Un design minimale, una tonnellata di grandi estensioni, la sincronizzazione delle impostazioni con l’account di Google; queste sono solo alcune delle tante caratteristiche che fanno di Google Chrome il browser più popolare in circolazione. Detto questo, è anche una risorsa estrema. Volete qualcos’altro? Take Microsoft Edge o Mozilla Firefox  per un giro. Oppure potete provare queste alternative di Google Chrome. Le scelte sono molteplici.

6. Google Foto

Semplice e facile da usare, Google Photos è una brillante applicazione basata sul web che consente di caricare le foto e condividerle con gli altri. Ma ci sono tonnellate di servizi di condivisione di foto, come Flickr Imgur, che è possibile utilizzare al suo posto. Qui ci sono alcuni altri siti web di condivisione di foto che potreste voler controllare.

Nota: Cercate qualche alternativa al Picasa recentemente chiuso? Trovatele qui.

7. 7. Google Docs (suite completa)

Google Docs (insieme ad altre applicazioni come Sheets, Slides ecc.) offrono un comodo modo di creare/modificare documenti in modo collaborativo, e hanno anche altre caratteristiche come i modelli, e l’integrazione con altri servizi di Google. Ma possono essere facilmente sostituiti da offerte concorrenti come Office Online, e Zoho DocsInoltre, non dimenticate di controllare le migliori alternative di Google Docs che abbiamo coperto per avere ancora più scelta.

8. AdSense

Uno dei prodotti più importanti di Google, AdSense alimenta le pubblicità mirate che vengono mostrate sui siti web e sui blog tecnologici fantastici che visitate, e ne aumenta le entrate. Ma se stai cercando qualcos’altro per monetizzare il tuo blog, Amazon CPM e BuySellAds  sono ottime scelte. E ci sono molte altre alternative AdSense, gente.

9. Androide

Essendo il sistema operativo mobile più popolare, Android è utilizzato da miliardi di persone in tutto il mondo. Per questo motivo, abbandonare Android può essere difficile, dato che sarebbe anche necessario investire in un nuovo smartphone. Ma se sei deciso a saltare la nave, iOS e Windows 10 Mobile (che è meglio di Android in molti modi) sono sicuramente ottime opzioni. Ti piacerebbe anche più scelte? Date un’occhiata alle migliori alternative Android di cui abbiamo parlato.

VEDI ANCHE  Goverlan Reach: Uno strumento all-in-one per il supporto e la gestione remota dell'IT

10. 10. Google Play Store

Google Play Store, lo sportello unico per tutte le applicazioni e i giochi più recenti, è uno dei prodotti Google più importanti che si utilizzano con il telefono Android. Ma grazie a molti alternative like Amazon AppStore Yandex.Store, è possibile continuare a utilizzare Android e ottenere applicazioni, anche senza Google. Questo può essere davvero utile se si decide di utilizzare una delle numerose ROM personalizzate disponibili per Android sul proprio smartphone.

11. Google+

Anche se non ha mai avuto una vera e propria trazione, Google+ è ancora utilizzato da un gran numero di persone, grazie a funzioni utili come le community e alla robusta integrazione con altri servizi di Google. Quindi, se state pensando ad alternative, Facebook e Twitter sono già migliori e più consolidati. E se non vi dispiacerebbe avere un po’ più di scelta, questa è la lista che dovreste controllare.

12. Conservare

Keep è un piccolo e pratico servizio di Google che permette di annotare tutto, dalle liste della spesa ai promemoria. Include anche funzioni come tag e note codificate a colori. Ma per quanto sia bello, Keep è un po’ troppo semplice, specialmente se paragonato alle alternative non di Google come OneNote e Evernote. Potete anche dare un’occhiata ad alcune delle altre soluzioni di presa di nota disponibili là fuori.

13. 13. Google Maps

Sia che vogliate orientarvi in un luogo sconosciuto, sia che desideriate aggiornamenti sul traffico in tempo reale, Google Maps è la soluzione migliore, fornendo la navigazione turn by turn, la pianificazione del percorso e molte altre caratteristiche. Ma ci sono molti ottimi servizi, come QUI mappe e Mapquest, che vale la pena controllare. Oh, e sono solo due delle tante alternative di Google Maps che si possono usare.

VEDERE ANCHE: Google Drive Vs. Dropbox: Un confronto dettagliato

Liberati dal controllo di Google

Come indispensabile e pervasivo Google e i suoi numerosi servizi sono diventati nella nostra vita quotidiana, non sono certo privi di sostituzioni. E come visto sopra, uscire dall’ecosistema di Google, parzialmente o completamente, non è così difficile come sembra. Quindi provateli e fateci sapere quali di questi servizi sostituiranno il vostro servizio o i vostri servizi di proprietà di Google nei commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *